Vuoi passare al contenuto? Vai ai contenuti
Convatec Group Contact Us Brasil Brasil United States (English) United States (English) Estados Unidos (Español) Estados Unidos (Español) Argentina Argentina Canada (English) Canada (English) Canada (Français) Canada (Français) Chile Chile Colombia Colombia Ecuador Ecuador México México Perú Perú Belize Belize Guyana Guyana Jamaica Jamaica Venezuela Venezuela Costa Rica Costa Rica Curaçao Curaçao República Dominicana República Dominicana Guatemala Guatemala Honduras Honduras Nicaragua Nicaragua Panamá Panamá Puerto Rico Puerto Rico Suriname Suriname El Salvador El Salvador United Kingdom United Kingdom France France Deutschland Deutschland Italia Italia Україна Україна België België Česko Česko Danmark Danmark España España Ireland Ireland Nederland Nederland Norge Norge Österreich Österreich Polska Polska Schweiz (Deutsch) Schweiz (Deutsch) Slovensko Slovensko Suisse (Français) Suisse (Français) Suomi Suomi Sverige Sverige Türkiye Türkiye Ελλάδα Ελλάδα Россия Россия Bosna i Hercegovina Bosna i Hercegovina България България Eesti Eesti Hrvatska Hrvatska Magyarország Magyarország Ísland Ísland Lietuva Lietuva Latvija Latvija Северна Македонија Северна Македонија Malta Malta România România Srbija Srbija Slovenija Slovenija الإمارات العربية المتحدة الإمارات العربية المتحدة البحرين البحرين مصر مصر ישראל ישראל ایران ایران الأردن الأردن عُمان عُمان قطر قطر پاکستان پاکستان لبنان لبنان الكويت الكويت المملكة العربية السعودية المملكة العربية السعودية Suid-Afrika Suid-Afrika العراق العراق New Zealand New Zealand 日本 日本 Australia Australia India India Malaysia Malaysia Singapore Singapore 대한민국 대한민국 中国大陆 中国大陆 中国台湾 中国台湾 ไทย ไทย Indonesia Indonesia Việt Nam Việt Nam Philippines Philippines Hong Kong SAR China (English) Hong Kong SAR China (English) 中国香港特别行政区 (中文(简体,中国香港特别行政区)) 中国香港特别行政区 (中文(简体,中国香港特别行政区))
False /oidc-signin/it-it/ Convatec Group Contact Us Brasil Brasil United States (English) United States (English) Estados Unidos (Español) Estados Unidos (Español) Argentina Argentina Canada (English) Canada (English) Canada (Français) Canada (Français) Chile Chile Colombia Colombia Ecuador Ecuador México México Perú Perú Belize Belize Guyana Guyana Jamaica Jamaica Venezuela Venezuela Costa Rica Costa Rica Curaçao Curaçao República Dominicana República Dominicana Guatemala Guatemala Honduras Honduras Nicaragua Nicaragua Panamá Panamá Puerto Rico Puerto Rico Suriname Suriname El Salvador El Salvador United Kingdom United Kingdom France France Deutschland Deutschland Italia Italia Україна Україна België België Česko Česko Danmark Danmark España España Ireland Ireland Nederland Nederland Norge Norge Österreich Österreich Polska Polska Schweiz (Deutsch) Schweiz (Deutsch) Slovensko Slovensko Suisse (Français) Suisse (Français) Suomi Suomi Sverige Sverige Türkiye Türkiye Ελλάδα Ελλάδα Россия Россия Bosna i Hercegovina Bosna i Hercegovina България България Eesti Eesti Hrvatska Hrvatska Magyarország Magyarország Ísland Ísland Lietuva Lietuva Latvija Latvija Северна Македонија Северна Македонија Malta Malta România România Srbija Srbija Slovenija Slovenija الإمارات العربية المتحدة الإمارات العربية المتحدة البحرين البحرين مصر مصر ישראל ישראל ایران ایران الأردن الأردن عُمان عُمان قطر قطر پاکستان پاکستان لبنان لبنان الكويت الكويت المملكة العربية السعودية المملكة العربية السعودية Suid-Afrika Suid-Afrika العراق العراق New Zealand New Zealand 日本 日本 Australia Australia India India Malaysia Malaysia Singapore Singapore 대한민국 대한민국 中国大陆 中国大陆 中国台湾 中国台湾 ไทย ไทย Indonesia Indonesia Việt Nam Việt Nam Philippines Philippines Hong Kong SAR China (English) Hong Kong SAR China (English) 中国香港特别行政区 (中文(简体,中国香港特别行政区)) 中国香港特别行政区 (中文(简体,中国香港特别行政区))

Incontra Sandra, membro della comunità me+

un ragazzo su una sedia a rotelle su un molo vicino a uno specchio d'acqua ;

È difficile non lasciarsi ispirare da Sandra Khumalo.

Ma ci si aspetterebbe questo da una canottiera paralimpica, madre di due figli e assistente a tempo pieno per il supporto ai pazienti e l'allenamento presso Convatec a Johannesburg, in Sud Africa. Oltre a formare infermieri e medici su come utilizzare GentleCath™ con la tecnologia™ FeelClean, il suo ruolo è anche quello di "aiutare a ispirare e motivare le persone con disabilità nei centri di riabilitazione", afferma.

La calma rassicurazione che Sandra condivide con le persone deriva dalla sua esperienza personale. A 22 anni ha avuto un incidente d'auto che l'ha lasciata paralizzata dalla vita in giù. "All'inizio è stato molto spaventoso", dice di aver imparato a usare un catetere intermittente. "All'epoca non riuscivo a vedermi dove sono oggi. Sentivo che era la fine".

In un certo senso, però, era solo l'inizio. Sandra è stata introdotta al canottaggio e non si è più guardata indietro. "Ho ritrovato le gambe nella barca a remi." Si è distinta come campionessa di canottaggio e si è qualificata per la squadra paralimpica sudafricana di canottaggio per i Giochi Paralimpici di Londra 2012 e poi per Rio 2016, dove si è ripresentato un problema familiare.

Usava cateteri riutilizzabili e stava lottando con regolari infezioni del tratto urinario (UTI), una delle quali si è ammalata due giorni prima della gara. "Il mio corpo è diventato molto debole e non riuscivo a esibirmi come volevo", dice.  "Sono riuscito a rialzarmi abbastanza da finire decimo".

È stato un risultato amaro per Sandra, che aveva l'ambizione di classificarsi tra le prime 5. Fedele alla forma, però, non si è lasciata scoraggiare e si è classificata quinta ai Campionati del Mondo di Sarasota, in Florida, l'anno successivo. Più o meno nello stesso periodo, Sandra è stata introdotta a qualcos'altro che, a suo dire, ha cambiato radicalmente la sua vita. Dopo aver sperimentato altri cateteri idrofili, ha trovato GentleCath™ con la tecnologia™ FeelClean"Era come, wow, avevo meno dolore e i miei problemi con le infezioni del tratto urinario regolari erano scomparsi".

Ha anche trovato un'altra passione: il suo lavoro di supporto alle persone all'inizio del loro percorso di autocateterismo. "Ora sono così appassionato di toccare e cambiare la vita delle persone. Voglio aiutarli a sperimentare lo stesso cambiamento che ho fatto io nella mia vita. Un buon giorno per me è uscire da un ospedale o da un centro di riabilitazione e lasciare le persone con speranza e concentrarsi su ciò che possono ancora fare, indipendentemente dal cambiamento che stanno attraversando con i loro corpi".

"Vedere i volti sorridenti è ciò che mi motiva ogni giorno."

un uomo che rema su una barca ;

Sono Sandra e sono innamorata della mia vita.

"Sono una persona molto impegnata e molto socievole". In un giorno normale, Sandra rema per 2-3 ore prima di andare al lavoro, poi dice: "Vado a casa per fare la mamma. È molto importante che io possa concentrarmi completamente su ciò che devo fare". Per Sandra, questo significa non preoccuparsi di quando e se ha bisogno di autocateterizzarsi. Quando ha iniziato a fare il cathing, dice che spesso deve indovinare quando farlo. 

"Più ritardavo, più potevo avere una perdita. Mi sentivo in imbarazzo e mi stavo stancando di essere autocommiserante". Da allora Sandra ha iniziato a usare GentleCath™ con la tecnologia™ FeelClean e, dice, ha implementato una routine regolare che le dà la sicurezza necessaria per andare avanti con la vita.  Cateterizza 3-4 volte al giorno, prima di salire sulla barca, prima di andare al lavoro o a una lunga riunione o evento sociale, e prima di tornare a casa, nel caso in cui rimanga bloccata nel traffico e due volte di notte.

"Mi ha davvero tolto lo stress e ha cambiato molto per me". Sono suggerimenti come questi che Sandra condivide nel suo lavoro di supporto alle persone che sono alle prime armi con il cathing.

"Dico più di ogni altra cosa, di essere gentili con se stessi. Con la preparazione e la pianificazione, puoi tornare alla vita che vuoi vivere. Il cateterismo non è facile all'inizio, ma consiglio alle persone di andare avanti, e diventa più facile. Prendendo il controllo della tua situazione, stai aiutando te stesso a evitare altre complicazioni".

Tali complicazioni, dice, possono variare da infezioni del tratto urinario (UTI) a situazioni sociali potenzialmente imbarazzanti. "Alla fine della giornata, quando ti prepari bene, nessuno ha bisogno di sapere che stai usando un catetere. Sei solo tu che lo sai, a meno che tu non abbia scelto di dirlo a qualcuno". Sandra, tuttavia, incoraggia le persone a parlare e parlare con le persone a loro vicine dell'autocateterismo quando sembra il momento giusto. "Dipende dall'ambiente e dalla persona, ma penso che sia importante che le persone lo sappiano. Non c'è niente di sbagliato nel cateterismo, è solo un modo diverso di urinare!" Dirlo alle persone a lei vicine l'ha anche aiutata a sentirsi più calma e sicura di sé.

"Per quanto mi riguarda, sento che è bello parlarne. Penso che più ne parli, più ti apri, più guarisci".

Unisciti alla community

Entra a far parte di una community stimolante e condividi il tuo percorso per aiutare altri utenti di cateteri intermittenti.
Condividi la tua storia

Adattarsi al cathing può essere difficile, con una serie di sfide pratiche, fisiche ed emotive. Non devi capirlo da solo.

Parla oggi stesso con un membro del team di supporto di me+™. 

Chiama il numero 1-800-422-8811 (MF, 8:30-19:00 ET). 

Contattaci

Stai per lasciare convatec.com

Questo sito Internet può fornire link o riferimenti ad altri siti, ma Convatec non ha alcuna responsabilità per il contenuto di tali siti e non sarà responsabile per eventuali danni o lesioni derivanti da tale contenuto. I link ad altri siti sono forniti solo per comodità agli utenti di questo sito Internet.

Continuare?