Vuoi passare al contenuto? Vai ai contenuti
Convatec Group Contact Us Brasil Brasil United States (English) United States (English) Estados Unidos (Español) Estados Unidos (Español) Argentina Argentina Canada (English) Canada (English) Canada (Français) Canada (Français) Chile Chile Colombia Colombia Ecuador Ecuador México México Perú Perú Belize Belize Guyana Guyana Jamaica Jamaica Venezuela Venezuela Costa Rica Costa Rica Curaçao Curaçao República Dominicana República Dominicana Guatemala Guatemala Honduras Honduras Nicaragua Nicaragua Panamá Panamá Puerto Rico Puerto Rico Suriname Suriname El Salvador El Salvador United Kingdom United Kingdom France France Deutschland Deutschland Italia Italia Україна Україна België België Česko Česko Danmark Danmark España España Ireland Ireland Nederland Nederland Norge Norge Österreich Österreich Polska Polska Schweiz (Deutsch) Schweiz (Deutsch) Slovensko Slovensko Suisse (Français) Suisse (Français) Suomi Suomi Sverige Sverige Türkiye Türkiye Ελλάδα Ελλάδα Россия Россия Bosna i Hercegovina Bosna i Hercegovina България България Eesti Eesti Hrvatska Hrvatska Magyarország Magyarország Ísland Ísland Lietuva Lietuva Latvija Latvija Северна Македонија Северна Македонија Malta Malta România România Srbija Srbija Slovenija Slovenija الإمارات العربية المتحدة الإمارات العربية المتحدة البحرين البحرين مصر مصر ישראל ישראל ایران ایران الأردن الأردن عُمان عُمان قطر قطر پاکستان پاکستان لبنان لبنان الكويت الكويت المملكة العربية السعودية المملكة العربية السعودية Suid-Afrika Suid-Afrika العراق العراق New Zealand New Zealand 日本 日本 Australia Australia India India Malaysia Malaysia Singapore Singapore 대한민국 대한민국 中国大陆 中国大陆 中国台湾 中国台湾 ไทย ไทย Indonesia Indonesia Việt Nam Việt Nam Philippines Philippines Hong Kong SAR China (English) Hong Kong SAR China (English) 中国香港特别行政区 (中文(简体,中国香港特别行政区)) 中国香港特别行政区 (中文(简体,中国香港特别行政区))
False /oidc-signin/it-it/ Convatec Group Contact Us Brasil Brasil United States (English) United States (English) Estados Unidos (Español) Estados Unidos (Español) Argentina Argentina Canada (English) Canada (English) Canada (Français) Canada (Français) Chile Chile Colombia Colombia Ecuador Ecuador México México Perú Perú Belize Belize Guyana Guyana Jamaica Jamaica Venezuela Venezuela Costa Rica Costa Rica Curaçao Curaçao República Dominicana República Dominicana Guatemala Guatemala Honduras Honduras Nicaragua Nicaragua Panamá Panamá Puerto Rico Puerto Rico Suriname Suriname El Salvador El Salvador United Kingdom United Kingdom France France Deutschland Deutschland Italia Italia Україна Україна België België Česko Česko Danmark Danmark España España Ireland Ireland Nederland Nederland Norge Norge Österreich Österreich Polska Polska Schweiz (Deutsch) Schweiz (Deutsch) Slovensko Slovensko Suisse (Français) Suisse (Français) Suomi Suomi Sverige Sverige Türkiye Türkiye Ελλάδα Ελλάδα Россия Россия Bosna i Hercegovina Bosna i Hercegovina България България Eesti Eesti Hrvatska Hrvatska Magyarország Magyarország Ísland Ísland Lietuva Lietuva Latvija Latvija Северна Македонија Северна Македонија Malta Malta România România Srbija Srbija Slovenija Slovenija الإمارات العربية المتحدة الإمارات العربية المتحدة البحرين البحرين مصر مصر ישראל ישראל ایران ایران الأردن الأردن عُمان عُمان قطر قطر پاکستان پاکستان لبنان لبنان الكويت الكويت المملكة العربية السعودية المملكة العربية السعودية Suid-Afrika Suid-Afrika العراق العراق New Zealand New Zealand 日本 日本 Australia Australia India India Malaysia Malaysia Singapore Singapore 대한민국 대한민국 中国大陆 中国大陆 中国台湾 中国台湾 ไทย ไทย Indonesia Indonesia Việt Nam Việt Nam Philippines Philippines Hong Kong SAR China (English) Hong Kong SAR China (English) 中国香港特别行政区 (中文(简体,中国香港特别行政区)) 中国香港特别行政区 (中文(简体,中国香港特别行政区))

Incontra Ali, membro della comunità me+

un uomo e una donna che scattano un selfie in riva all'acqua ;

"Sono passato dal fondo roccioso a 3500 piedi di altezza".

Un giro in elicottero sul Grand Canyon è sufficiente per togliere il fiato a chiunque. Ma per Ali è stato un momento che non dimenticherà mai. Incapaci di sentire il rombo del motore, lei e suo marito stavano comunicando via messaggio.

"Ho detto: 'Nonostante tutto, non importa quello che la vita ci ha riservato, siamo arrivati qui, ce l'abbiamo fatta'", ricorda. "Mi viene da piangere a pensarci. Ci siamo tenuti per mano e ci siamo guardati".

12 anni prima, ad Ali era stata diagnosticata la sclerosi multipla primaria progressiva. Ha faticato ad accettare di aver bisogno di un catetere. In parte, dice, perché come infermiera era abituata a fornire assistenza, non a riceverla.

"Con l'assistenza infermieristica, ti prendi cura degli altri, ma nessuno si prende cura di te", dice. "Ho dovuto invertire il mio ruolo ed è stato difficile. Ho iniziato a usare i cateteri intermittenti circa 8 anni fa, avrei dovuto iniziare prima, ma ero pietrificato. Non volevo ammettere a me stesso che c'era qualcosa che non andava".

Ali soffriva di incontinenza da urgenza e gli erano state somministrate iniezioni di tossina botulinica per aiutarlo. "Ha risolto il problema dell'incontinenza da urgenza grave, ma ne ha presentato un altro", dice. "Non riuscivo a svuotare l'urina perché faceva sì che tutto si irrigidisse così tanto. Non volevo usare i cateteri, quindi non volevo le iniezioni. È stato allora che ho toccato il fondo".

Insieme alle infezioni del tratto urinario ricorrenti, gli episodi di perdite stavano diventando più comuni. "Ero inorridito all'idea di andare a casa di qualcuno per lavoro, sedermi sul divano e perdere". L'ansia l'ha vista diventare sempre più isolata da amici e familiari. Le sue amate vacanze e persino le gite di un giorno stavano diventando impossibili.

"Quando arrivi al punto di non ritorno, è l'unica scelta che ti rimane. Allora pensi di non avere più nulla da perdere. Così, ho deciso che era arrivato il momento di iniziare a fare il cathing".

La formazione iniziale di Ali all'uso di un catetere intermittente è stata facilitata dal fatto che, come infermiera, aveva una buona conoscenza dell'anatomia femminile. Ma l'esperienza di trovarsi dall'altra parte del lettino ha sottolineato l'importanza del ruolo che l'infermiere svolge, non solo nell'insegnare gli aspetti fisici del cateterismo, ma anche nel prendersi cura di quelli emotivi. "Come infermiera, ho cateterizzato altre persone centinaia di volte, ma anche per me è stato difficile farlo a me stessa di fronte a qualcuno".

"Il lato emotivo è una parte così importante del cateterismo, è così importante che sia curato e rispettato."

interfaccia utente grafica, sito web, calendario ;

Nel corso del tempo, Ali dice di essere diventata più sicura della sua capacità di autocateterismo. Parte di questo miglioramento è stato trovare GentleCath Glide™,  il suo attuale catetere. "Altri cateteri possono sembrare belli, ma sono troppo piccoli e difficili se, come me, hai una destrezza ridotta nelle tue mani. E altri cateteri avevano un sacco di lubrificante appiccicoso che non mi piaceva la sensazione o l'idea."

Per Ali, la capacità di autocateterizzarsi con sicurezza non solo ha migliorato i suoi problemi di continenza e infezioni del tratto urinario, ma ha aperto una nuova prospettiva di vita. "Ripensando al nostro viaggio negli Stati Uniti, non riesco a credere che ce l'abbiamo fatta", dice.

Unisciti alla community

Entra a far parte di una community stimolante e condividi il tuo percorso per aiutare altri utenti di cateteri intermittenti.
Condividi la tua storia

Adattarsi al cathing può essere difficile, con una serie di sfide pratiche, fisiche ed emotive. Non devi capirlo da solo.

Parla oggi stesso con un membro del team di supporto di me+™. 

Chiama il numero 1-800-422-8811 (MF, 8:30-19:00 ET). 

Contattaci

Stai per lasciare convatec.com

Questo sito Internet può fornire link o riferimenti ad altri siti, ma Convatec non ha alcuna responsabilità per il contenuto di tali siti e non sarà responsabile per eventuali danni o lesioni derivanti da tale contenuto. I link ad altri siti sono forniti solo per comodità agli utenti di questo sito Internet.

Continuare?