Vivere con la stomia: suggerimenti utili per un ritrovato benessere

L’intervento che porta al confezionamento di una stomia incide sulla sfera pratica, emotiva e relazionale. Riprendere le proprie attività quotidiane, implica imparare ad accettare i cambiamenti che sono intervenuti e a gestirli, senza che questi prendano il sopravvento sulla propria vita. In questo articolo forniremo suggerimenti e consigli utili inerenti tre sfere della propria vita personale: alimentazione, stomacare e vita di coppia.

L’importanza di una corretta alimentazione

Vivere con la stomia non vuol dire rinunciare ai piaceri della buona tavola, ma prendere qualche accorgimento in più per tornare ad alimentarsi in base alle proprie preferenze. A meno di espressi divieti da parte del tuo operatore sanitario, non c’è motivo per cui tu debba privarti dei tuoi piatti preferiti. Clicca qui per conoscere delle ricette pensate appositamente per te.

Se noti che l’assunzione di alcuni alimenti ti causa fastidi, attendi qualche giorno prima di provare a consumarli nuovamente e, soprattutto, prima di eliminarli definitivamente dalla tua dieta. Alcuni alimenti favoriscono la formazione di gas e di odori, pertanto è consigliabile limitarne il consumo. Iscriviti a me+ per scaricare subito la guida con i suggerimenti per una corretta alimentazione.

Gestire la stomia: l’importanza di prendersi cura della propria pelle

La cute peristomale è la “cartina tornasole” della cura della stomia. Se la pelle è irritata, il sistema di raccolta non aderisce, con conseguente peggioramento della qualità di vita. Per questo è molto importante prevenire le infiltrazioni, causa primaria di alterazioni cutanee. Per raggiungere questo obiettivo, è bene verificare che non si creino spazi vuoti tra la barriera cutanea e la stomia ed effettuare con cura lo stomacare.

Come puoi prenderti cura della tua stomia? Prima di tutto scegli il sistema di raccolta più adatto alle tue esigenze: questo vuol dire che ti consenta di sentirti sicuro e a tuo agio in qualsiasi situazione. Per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze potresti aver bisogno di provare più di un sistema di raccolta: non esitare a rivolgerti al tuo operatore sanitario di fiducia, che saprà indirizzarti nella scelta.

Ci sono dei piccoli accorgimenti per mantenere integra la cute e scongiurare il rischio di sviluppare complicanze, quali:

  • assicurarti che la cute sia asciutta, in modo che il sistema di raccolta aderisca correttamente;
  • adopera gli accessori per proteggere la cute. Il film protettivo crea una barriera traspirante sulla pelle, in modo da evitare il contatto con gli effluenti, il rimuovi adesivo aiuta a rimuovere il sistema di raccolta o tracce di adesivo dalla cute, in modo totalmente atraumatico.

Cosa fare se avverti bruciore o prurito? Sostituisci immediatamente il sistema di raccolta. Se i fastidi persistono, consulta il tuo operatore sanitario di fiducia: un arrossamento può essere un problema temporaneo, ma potrebbe anche essere l’indice dell’insorgere di complicanze più gravi. Iscriviti a me+ per scaricare subito la guida con i suggerimenti per prenderti cura della tua cute.

Stomia e ritorno alla vita quotidiana: la vita di coppia

Argomento spesso tralasciato per via di persistenti tabù, l’intimità è un aspetto importante della qualità della vita dopo l’intervento che porta al confezionamento di stomia. Ritornare alla vita di coppia, se subito dopo l’operazione può non essere un aspetto prioritario, è sicuramente un passo importante nella strada verso la riabilitazione.

La fiducia è alla base di ogni rapporto, a maggior ragione di quello di coppia. Il dialogo e la comunicazione con il/la partner sono, pertanto, molto importanti. Esternare le proprie emozioni, raccontare cosa si sta vivendo, contribuisce in maniera determinante ad affrontare la nuova condizione e superare eventuali insicurezze.

In linea generale, riprendere la propria vita sessuale in una relazione consolidata potrebbe essere più semplice che avviare una nuova relazione. In ogni caso, è importante che tu ti prenda tutto il tempo di cui hai bisogno: spetta a te sentirti pronto a riprendere questa parte così importante della tua vita. Abbiamo raccolto in una pratica guida dei semplici suggerimenti per il ritorno alla vita intima: iscriviti a me+ per scaricarla subito.

Molte donne pensano, erroneamente, che non sia possibile portare a termine una gravidanza a causa dell’intervento. In realtà, a meno che l’operazione non sia stata particolarmente invasiva, non c’è motivo per cui una donna debba rinunciare a diventare madre. Per qualsiasi dubbio, non esitare a contattare il tuo operatore sanitario di fiducia: qualora non possa supportarti, saprà comunque indicarti a quale specialista rivolgerti in questo percorso.