Trent'anni di Servizio me+: la parola a Clara Gerardi

Clara Gerardi, consulente ConvaTec dal 2021

Ci racconti qualcosa di te? Sono Clara, ho 33 anni vivo a Roma, ma sono di Sciacca (AG). Convivo da 8 anni e settembre mi sposerò. Sono laureata in Psicologia Clinica dal 2012. È un tratto distintivo del mio voler supportare gli altri. Quando mi è stato proposto di lavorare in ConvaTec, avendo mio nonno stomizzato, sapevo cosa volesse dire vivere con una stomia. È una condizione che bisogna imparare ad affrontare e gestire, come ho fatto io.

Quali sono le tue passioni?

Sono un’appassionata di fotografia, mi piace viaggiare e amo la cucina. All’inizio del mio percorso professionale insegnavo cucina; poi ho iniziato come consulente nel mondo aziendale fino ad arrivare in ConvaTec quest’anno.

Cosa significa lavorare per il servizio me+?

Vuol dire dare supporto alle persone a 360 gradi, laddove possibile sin dall’immediato postoperatorio. Il supporto di noi consulenti è diretto, volto a dare informazioni dal punto di vista pratico, ma soprattutto emotivo. Penso sia un servizio stupendo: riesce ad aiutare le persone stomizzate e i loro familiari in un momento così delicato della loro vita.

Cosa ti piace di più del tuo lavoro?

La cosa più bella è esserci in prima battuta e sapere di essere d’aiuto. Mi piace ascoltare: spesso le persone hanno solo bisogno di parlare e avere la percezione che ci sia qualcuno a loro disposizione. Noi consulenti siamo qui per loro.

Sei l’ultima consulente entrata a far parte del servizio me+: che impressione hai avuto?

Quella di far parte di un servizio apprezzato e riconosciuto. Mi capita spesso di parlare con pazienti che ormai hanno instaurato un rapporto di fiducia con le consulenti e mi parlano bene di loro. È un ambiente emotivamente molto carico e sono felice di farne parte.

Perché una persona stomizzata dovrebbe chiamare il Servizio?

Perché non si è mai soli, nemmeno in caso di difficoltà. Contattando il numero verde si possono avere le risposte alle esigenze legate alla gestione della stomia, dall’invio di campioni alle informazioni sugli ambulatori di stomaterapia più vicini alla propria abitazione e molto altro. Come anticipato, io vivo questa esperienza con mio nonno ed un servizio del genere fa sicuramente la differenza.

enter image description here