Trent'anni di Servizio me+: la parola a Barbara Baglieri

Barbara Baglieri, consulente ConvaTec dal 2012

Ci racconti qualcosa di te?

Ho 44 anni vivo a Roma da 15. Sono sposata e ho un figlio di 13 anni; sono laureata in Lingue. Ho iniziato a lavorare nelle Aziende a partire dal 2004; in ConvaTec prima mi occupavo di amministrazione poi nel 2012 ho iniziato nel servizio assistenza pazienti. Mi piace andare in palestra e stare a contatto con le altre persone

Trent’anni di servizio me+: ci racconti cosa significa?

All’inizio per me non è stato semplice, ma è al Servizio che ho riscoperto cos’è ConvaTec: il fatto che sia attivo da così tanto tempo mette in luce da un lato l’attenzione dell’Azienda alle persone stomizzate e, dall’altro, quanto loro riconoscano il supporto che ricevono e si fidino di noi consulenti. Trent’anni è un bel traguardo, sia per chi lavora al Servizio, sia per chi, come gli operatori sanitari, ci collabora che per i pazienti che sanno di poterci contattare per qualsiasi esigenza.

Cosa ti piace di più del tuo lavoro?

Indubbiamente il contatto con le persone stomizzate. È nella mia indole prendermi cura delle persone e mi gratifica sapere di essere utile ai pazienti, in un periodo così delicato della loro vita; agli operatori sanitari nel loro lavoro quotidiano; alle mie colleghe, con le quali c’è uno scambio professionale e personale continuo.

Perché una persona stomizzata dovrebbe chiamare il Servizio?

Perché troverà delle persone competenti pronte ad aiutarlo nella risoluzione di qualsiasi difficoltà. Siamo un servizio che supporta le persone, che è sempre presente, anche, ad esempio nei periodi estivi.

C’è un aneddoto cui sei particolarmente legata?

Ce ne sono tantissimi. Ho ricevuto più di una volta degli omaggi, dai pazienti che ci chiamano, dalle piante, ai libri di poesia. Per me è molto gratificante esserci; una volta una paziente mi ha detto “Sapere che ci sei mi fa sentire sicura”.

enter image description here