Vivere con la stomia: suggerimenti per star bene

Ci sono molti aspetti della vita quotidiana che possono essere motivo di preoccupazione dopo aver affrontato l’intervento. Molte persone si chiedono se potranno tornare a dedicarsi alle attività che svolgevano prima. Questo non solo è possibile, ma in alcuni casi rappresenta anche una possibilità che le cause che hanno portato al confezionamento della stomia avevano annullato. In questo articolo, partendo da uno degli interrogativi spesso sottovalutati, la possibilità di indossare gli abiti che si preferiscono, parliamo della possibilità di tornare a praticare uno sport e a viaggiare.

Stomia e ritorno alla vita quotidiana: l’abbigliamento

A chi non è capitato di chiedersi cosa indossare per evitare che la stomia possa notarsi sotto gli abiti? Si tratta di una preoccupazione comune, spesso indotta da mancanza di corretta informazione in proposito. Per rispondere a questo quesito, è necessario, rispondere ad un’altra domanda: il sistema di raccolta è quello più adatto alle proprie esigenze?

La scelta del sistema di raccolta, infatti, è spesso determinante nella scelta del proprio abbigliamento. In linea generale, un sistema monopezzo mantiene un profilo più basso di un sistema due pezzi, ma la scelta di un prodotto rispetto ad un altro dipende esclusivamente dalle tue esigenze. In ogni caso, i moderni sistemi di raccolta sono progettati per rimanere discreti sotto gli abiti. Il telino che riveste le sacche non rilascia pelucchi e non produce fruscii sotto gli indumenti, il tutto per farti sentire sicuro e a tuo agio in qualsiasi circostanza.

Vivere con una stomia, pertanto, non vuol dire cambiare guardaroba: per saperne di più iscriviti a me+ per scaricare subito la guida gratuita con suggerimenti utili.

Sport e attività fisica: il programma me+ recovery

Tornare a dedicarsi al proprio sport preferito dopo l’intervento non è solo possibile, ma caldamente raccomandato. Infatti, è stato scientificamente dimostrato che praticare un’attività fisica, contribuisce in maniera determinante a rinforzare la parete addominale, riducendo il rischio di sviluppare complicanze, quali l’ernia parastomale.

Ma come si deve procedere per riprendere a praticare sport? Come per tutte le attività da riprendere dopo l’intervento, è importante non eccedere con gli sforzi, ma procedere gradualmente, imparando ad ascoltare i segnali del proprio corpo ed interrompendo eventuali attività che provocassero dolore e/o fastidio. Il programma me+ recovery di ConvaTec illustra quali esercizi effettuare, sin dall’immediato post-operatorio.

Ideato da Sarah Russell, atleta ileostomizzata, il programma si compone di 3 fasi:

  • fase verde – alla base del programma, comprende gli esercizi base per rinforzare la parete addominale. Gli esercizi possono essere effettuati sin dalla fase preoperatoria;
  • fase blu – gli esercizi di questa fase rappresentano un’evoluzione della fase precedente. Sono esercizi lievemente più complessi: puoi iniziare a praticarli quando sarai in grado di effettuare correttamente e in maniera autonoma gli esercizi della fase precedente
  • fase viola – si tratta degli esercizi più complessi, in genere pensati per chi già praticava un’attività sportiva prima dell’intervento. Anche in questo caso, prima di effettuare questi esercizi, dovrai essere in grado di svolgere correttamente e in autonomia quelli delle due fasi precedenti.

Iscriviti a me+ per scaricare la guida con tutti gli esercizi del programma.

Suggerimenti utili per viaggiare

Non permettere alla stomia di privarti delle tue passioni: se ti piace andare al mare, in montagna o semplicemente trascorrere del tempo all'aria aperta, non c'è motivo per cui tu debba rinunciare. Organizzandoti per tempo potrai godere a pieno del tempo libero e... viaggiare! Qualunque sia la destinazione che hai scelto, ti basterà seguire piccoli accorgimenti.

Alcuni suggerimenti:

  • se usi un sistema di raccolta ritagliabile, prepara le placche a casa. Anche se l’attuale normativa consente di portare nel bagaglio a mano forbici a punta ricurva con lame di lunghezza inferiore ai 10 cm, è sempre meglio lasciare le forbici nel bagaglio da stiva così da evitare ritardi e controlli aggiuntivi.
  • Se lo desideri, puoi portare con te la Travel card, con i tuoi dati e le indicazioni del tuo operatore sanitario di fiducia.
  • Metti nel bagaglio a mano un numero di sacche sufficiente per almeno tre giorni, per evitare inconvenienti nel caso in cui il bagaglio imbarcato andasse perduto. Porta una scorta di prodotti in più nel caso di ritardi e/o non fossero disponibili nel luogo di destinazione.
  • Cerca di tenere i dispositivi lontano da fonti di calore (ad esempio, nel bagagliaio dell’auto sotto il sole), per evitare che possa esserne compromessa l’adesività.

enter image description here