Attività fisica e benessere emotivo

Approfittare delle belle giornate per trascorrere del tempo con le persone care in modo diverso dal solito, anche solo facendo una passeggiata, aiuta a recuperare il buon umore. L'ideale sarebbe dedicarsi ad una buona e salutare attività fisica, magari all'aperto: i vantaggi che ne ricaveremmo sarebbero molteplici. Diversi studi hanno dimostrato che praticare con regolarità un’attività sportiva, anche blanda, comporta giovamento a livello fisico: aumentano le difese immunitarie, viene stimolata la produzione di serotonina, l'ormone della felicità, e c'è un miglioramento della qualità del nostro sonno.

A livello psicologico i benefici sono anche più importanti, perché lo sport ha una “funzione antidepressiva”. A quanti di noi è capitato ad esempio di essere arrabbiati e di sentirsi meglio dopo aver fatto una passeggiata? Spesso l'attività fisica è “liberatoria”, ci aiuta a “scaricare le frustrazioni” quotidiane, ci distrae dalle tensioni e dai problemi, ci aiuta a socializzare e soprattutto ci fa stare meglio con noi stessi. La stomia non deve rappresentare un limite: a meno che tu non abbia ricevuto specifiche indicazioni in merito dal tuo operatore sanitario di fiducia, non c’è motivo per cui non possa praticare l'attività fisica o lo sport che più ti piace.

Perché è importante il movimento

Il bello dello sport è che può essere praticato ovunque, da tutti e in tutte le età. Tieni presente che il momento più difficile, per qualsiasi attività, è sempre quello iniziale, ma non usarlo come alibi, fatti coraggio e provaci, anche se non praticavi sport prima dell’intervento. Segui le tue passioni e i tuoi interessi, non avere paura di metterti in gioco, poniti degli obiettivi, vedrai che procedendo a piccoli passi riuscirai con il tempo a sentirti più sicuro di te stesso e delle tue capacità. Comincia da ciò che sei in grado di fare, non devi certo praticare sport estremi o pericolosi (a meno che tu non voglia farlo!). L’importante è che tu sappia riconoscere i segnali che ti invia il tuo corpo: l’obiettivo è stare meglio con se stessi e, di conseguenza anche con gli altri.

Se vuoi sentirti più tranquillo consultati con il tuo operatore sanitario di fiducia: sicuramente ti saprà dare consigli personalizzati in base al tuo stato di salute. Se frequenti un ambulatorio di stomaterapia o un’Associazione dei pazienti, potrai incontrare altre persone stomizzate, perché non approfittare delle belle giornate per coinvolgere anche loro? Magari solo per fare una passeggiata rilassante; sarebbe un modo anche per fare amicizia o per passare qualche ora in compagnia di chi ha le tue stesse esigenze e paure.

L’importante è che tu ti senta a tuo agio i qualsiasi situazione: per questo è importante che tu scelga il sistema di raccolta più adatto alle tue esigenze e, soprattutto, che superi eventuali paure sulla tenuta dello stesso mentre pratichi attività fisica. Al giorno d’oggi le sacche sono realizzate per offrirti il comfort, la discrezione di cui hai bisogno e libertà di movimento, anche se sudi molto o pratichi sport in acqua. Per qualsiasi dubbio non esitare a rivolgerti al tuo operatore sanitario di fiducia.

Il programma me+ recovery

Nell’ottica di supportarti nel ritorno all’attività fisica, dandoti le indicazioni sugli esercizi da praticare per rinforzare il busto e l’addome, un gruppo di stomaterapisti italiani sta lavorando per la diffusione anche in Italia di me+ recovery: un programma certificato in Inghilterra (accreditato dal Royal College Nursing) che illustra gli esercizi fisici da praticare per un più rapido ed efficace ritorno alla vita quotidiana.  

Contatta la Dottoressa Marina Eramo

Se desideri parlare con Marina, chiama il numero verde gratuito 800.930.930, dal lunedì al venerdì, dalle 9:00 alle 17:00 o manda un’e-mail all’indirizzo convatel.italia@convatec.com.