Lo stomaterapista: un punto di riferimento

Lo stomaterapista è un infermiere esperto nella gestione della stomia. Il suo ruolo è fondamentale nel percorso di riabilitazione della persona stomizzata: non solo al punto di vista clinico, ma anche emotivo. È la persona di riferimento, laddove possibile, sin dalla fase preoperatoria attraverso il colloquio preoperatorio. Soprattutto al momento della dimissione, il suo supporto è fondamentale: sarà lui a supportare il paziente nel trovare il sistema di raccolta più adatto alle sue esigenze.

Tra le competenze dell’infermiere stomaterapista rientra anche la prevenzione e gestione delle complicanze. Mantenere la cute integra è fondamentale: da questa, infatti, dipende la tenuta del sistema di raccolta e, di conseguenza, la qualità della vita della persona stomizzata. La cute deve presentarsi rosea e integra come in qualsiasi altra parte del corpo. Per questo è importante rivolgersi al proprio operatore sanitario in caso di arrossamenti o escoriazioni, in quanto potrebbero essere indice della comparsa di complicanze più gravi.

L’importanza dell’empatia

Il rapporto che si crea tra la persona stomizzata e lo stomaterapista è un legame speciale, caratterizzato da fiducia ed empatia con la persona. Spesso l’infermiere professionista si trova a raccogliere le confidenze della persona stomizzata, che per paura od imbarazzo non riesce a raccontare ai propri amici e/o familiari.

È nel periodo preoperatorio che l’infermiere inizia ad entrare il empatia con la persona stomizzata: la prima fase, infatti, è quella di supporto psicologico e relazionale, che deve tenere conto di: • velocità/difficoltà di apprendimento nella gestione della stomia; • capacità di autogestione della persona stomizzata; • stile di vita della persona e rapporto con le persone che si prendono cura di lei (i cosiddetti caregiver).

Tutto questo implica, da parte dell’infermiere, la capacità di rassicurare la persona stomizzata, illustrandole le motivazioni per le quali è stato necessario affrontare l’intervento; correggendo eventuali errori nella gestione della stomia e garantendo il proprio supporto nelle successive visite di controllo (il cosiddetto follow-up).

enter image description here